Sto caricando la pagina
Procedura Penale TITOLO I - GIUDICE art. 3 - questioni pregiudiziali art. 3 p.p.

Procedura Penale TITOLO I - GIUDICE art. 3 - questioni pregiudiziali art. 3 p.p.

Procedura penale

1- Libro Primo - Soggetti

Titolo I - Giudice
Art. 3 - Questioni pregiudiziali
1. Quando la decisione dipende dalla risoluzione di una controversia sullo stato di famiglia o di cittadinanza, il giudice, se la questione è seria e se l´azione a norma delle leggi civili è già in corso, può sospendere il processo fino al passaggio in giudicato della sentenza che definisce la questione.

2. La sospensione è disposta con ordinanza soggetta a ricorso per cassazione. La corte decide in camera di consiglio.

3. La sospensione del processo non impedisce il compimento degli atti urgenti.

4. La sentenza irrevocabile del giudice civile che ha deciso una questione sullo stato di famiglia o di cittadinanza ha efficacia di giudicato nel procedimento penale.

Ratio Legis

In tale articolo, come già nell´ art. 2 c.p.p., il legislatore ha voluto manifestare l´esigenza di portare a compimento un processo in tempi ragionevoli; la devoluzione di determinate questioni pregiudiziali a differenti giudici (civili o amministrativi) è funzionale ad assicurare la coerenza dei giudicati.

Aggiornato 24/02/2017 14:44:59

Testi per approfondimenti

CODICE CIVILE ESTESO (CM1) + CODICE PENALE ESTESO (CM3)


Scheda Prodotto
MANUALE DI DIRITTO PENALE


Scheda Prodotto

Navigazione