Sto caricando la pagina
Procedura Civile TITOLO I - DEGLI ORGANI GIUDIZIARI art. 38 - incompetenza art. 38 p.c.

Procedura Civile TITOLO I - DEGLI ORGANI GIUDIZIARI art. 38 - incompetenza art. 38 p.c.

Procedura civile

1- Libro Primo - Disposizioni generali

Titolo I - Degli organi giudiziari
Art. 38 - Incompetenza
L´incompetenza per materia, quella per valore e quella per territorio sono eccepite, a pena di decadenza, nella comparsa di risposta tempestivamente depositata. L´eccezione di incompetenza per territorio si ha per non proposta se non contiene l´indicazione del giudice che la parte ritiene competente.
Fuori dei casi previsti dall´articolo 28, quando le parti costituite aderiscono all´indicazione del giudice competente per territorio, la competenza del giudice indicato rimane ferma se la causa è riassunta entro tre mesi dalla cancellazione della stessa dal ruolo.
L´incompetenza per materia, quella per valore e quella per territorio nei casi previsti dall´articolo 28 sono rilevate d´ufficio non oltre l´udienza di cui all´articolo 183.
Le questioni di cui ai commi precedenti sono decise, ai soli fini della competenza, in base a quello che risulta dagli atti e, quando sia reso necessario dall´eccezione del convenuto o dal rilievo del giudice, assunte sommarie informazioni.


[Note]

La L. 26 novembre 1990, n. 353, come modificata dalla L. 4 dicembre 1992, n. 477, ha disposto:
- (con l´art. 92, comma 1) che ´Fatta eccezione per la disposizione di cui all´articolo 1, la presente legge entra in vigore il 1 gennaio 1993. Ai giudizi pendenti a tale data si applicano, fino al 2 gennaio 1994, le disposizioni anteriormente vigenti.´;
- (con l´art. 92, comma 2) che ´Le disposizioni di cui agli articoli 3; 4; da 7 a 15; da 17 a 19; da 22 a 32; da 36 a 47; da 50 a 58; 70; 73; da 78 a 83 e 88 hanno efficacia a partire dal 2 gennaio 1994.´



La L. 26 novembre 1990, n. 353, come modificata dal D.L. 7 ottobre 1994, n. 571, convertito con modificazioni dalla L. 6 dicembre 1994, n. 673, ha disposto:
- (con l´art. 92, comma 1) che ´Fatta eccezione per la disposizione di cui all´articolo 1, la presente legge entra in vigore il 1 gennaio 1993. Ai giudizi pendenti a tale data si applicano, fino al 30 aprile 1995, le disposizioni anteriormente vigenti.´;
- (con l´art. 92, comma 2) che ´Le disposizioni di cui agli articoli 3; 4; da 7 a 15; da 17 a 19; da 22 a 32; da 36 a 47; da 50 a 58; 70; 73; da 78 a 83 e 88 hanno efficacia a partire dal 30 aprile 1995.´



La Corte Costituzionale con sentenza 25 gennaio - 8 febbraio 2006 n. 41 (in G.U. 1a s.s. 15/02/2006 n. 7) ha dichiarato ´l´illegittimità costituzionale del combinato disposto degli articoli 38 e 102 del codice di procedura civile, nella parte in cui, in ipotesi di litisconsorzio necessario, consente di ritenere improduttiva di effetti l´eccezione di incompetenza territoriale derogabile proposta non da tutti i litisconsorti convenuti.´.

Aggiornato

Testi per approfondimenti

CODICE CIVILE ESTESO (CM1) + CODICE PENALE ESTESO (CM3)


Scheda Prodotto
MANUALE DI DIRITTO CIVILE


Scheda Prodotto

Navigazione