Testo Unico Enti Locali TITOLO VIII - ENTI LOCALI DEFICITARI O DISSESTATI art. 243-quinquies - misure per garantire la stabilità finanziaria degli enti locali sciolti per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso art. 243-quinquies t.u.e.l.

Testo unico enti locali

Parte II - Ordinamento finanziario e contabile

Titolo VIII - Enti locali deficitari o dissestati
Art. 243-quinquies - Misure per garantire la stabilità finanziaria degli enti locali sciolti per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso
1. Per la gestione finanziaria degli enti locali sciolti ai sensi dell´articolo 143, per i quali sussistono squilibri strutturali di bilancio, in grado di provocare il dissesto finanziario, la commissione straordinaria per la gestione dell´ente, entro sei mesi dal suo insediamento, può richiedere una anticipazione di cassa da destinare alle finalità di cui al comma 2.
2. L´anticipazione di cui al comma 1, nel limite massimo di euro 200 per abitante, è destinata esclusivamente al pagamento delle retribuzioni al personale dipendente e ai conseguenti oneri previdenziali, al pagamento delle rate di mutui e di prestiti obbligazionari, nonchè all´espletamento dei servizi locali indispensabili. Le somme a tal fine concesse non sono oggetto di procedure di esecuzione e di espropriazione forzata.
3. L´anticipazione è concessa con decreto del Ministero dell´interno di concerto con il Ministero dell´economia e delle finanze, nei limiti di 20 milioni di euro annui a valere sulle dotazioni del fondo di rotazione di cui all´articolo 243-ter.
4. Il decreto ministeriale di cui al comma 3 stabilisce altresì le modalità per la restituzione dell´anticipazione straordinaria in un periodo massimo di dieci anni a decorrere dall´anno successivo a quello in cui è erogata l´anticipazione.

Aggiornato

Navigazione