Sto caricando la pagina
Testo Unico Enti Locali TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI art. 148-bis - rafforzamento del controllo della corte dei conti sulla gestione finanziaria degli enti locali art. 148-bis t.u.e.l.

Testo Unico Enti Locali TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI art. 148-bis - rafforzamento del controllo della corte dei conti sulla gestione finanziaria degli enti locali art. 148-bis t.u.e.l.

Testo unico enti locali

Parte II - Ordinamento finanziario e contabile

Titolo I - Disposizioni generali
Art. 148-bis - Rafforzamento del controllo della Corte dei conti sulla gestione finanziaria degli enti locali
1. Le sezioni regionali di controllo della Corte dei conti esaminano i bilanci preventivi e i rendiconti consuntivi degli enti locali ai sensi dell´articolo 1, commi 166 e seguenti, della legge 23 dicembre 2005, n.266, per la verifica del rispetto degli obiettivi annuali posti dal patto di stabilità interno, dell´osservanza del vincolo previsto in materia di indebitamento dall´articolo 119, sesto comma, della Costituzione, della sostenibilità dell´indebitamento, dell´assenza di irregolarità, suscettibili di pregiudicare, anche in prospettiva, gli equilibri economico-finanziari degli enti.
2. Ai fini della verifica prevista dal comma 1, le sezioni regionali di controllo della Corte dei conti accertano altresì che i rendiconti degli enti locali tengano conto anche delle partecipazioni in società controllate e alle quali è affidata la gestione di servizi pubblici per la collettività locale e di servizi strumentali all´ente.
3. Nell´ambito della verifica di cui ai commi 1 e 2, l´accertamento, da parte delle competenti sezioni regionali di controllo della Corte dei conti, di squilibri economico-finanziari, della mancata copertura di spese, della violazione di norme finalizzate a garantire la regolarità della gestione finanziaria, o del mancato rispetto degli obiettivi posti con il patto di stabilità interno comporta per gli enti interessati l´obbligo di adottare, entro sessanta giorni dalla comunicazione del deposito della pronuncia di accertamento, i provvedimenti idonei a rimuovere le irregolarità e a ripristinare gli equilibri di bilancio. Tali provvedimenti sono trasmessi alle sezioni regionali di controllo della Corte dei conti che li verificano nel termine di trenta giorni dal ricevimento. Qualora l´ente non provveda alla trasmissione dei suddetti provvedimenti o la verifica delle sezioni regionali di controllo dia esito negativo, è preclusa l´attuazione dei programmi di spesa per i quali è stata accertata la mancata copertura o l´insussistenza della relativa sostenibilità finanziaria.

Aggiornato

Testi per approfondimenti

LA GIUSTIFICAZIONE DELLE ASSENZE NEGLI ENTI LOCALI


Scheda Prodotto
CODICE PENALE, CODICE DI PROCEDURA PENALE E TESTO UNICO DI PUBBLICA SICUREZZA


Scheda Prodotto

Navigazione