L´amministrazione di sostegno contro il rischio di circonvenzione d´incapace?
CIVILE - FAMIGLIA

Divulgativo

L´amministrazione di sostegno contro il rischio di circonvenzione d´incapace?

Ivano Ragnacci 177 -

Attraverso la dialettica interpretazione degli istituti giuridici in commento, accomunati dalla medesima ratio legis, ovvero la protezione dei soggetti deboli, si dedicano talune osservazioni critiche rispetto ai possibili rischi cui talune prassi giudiziarie possono tendere a fomentare anziché scongiurare.


Sommario: 1. Cenni introduttivi: l’amministrazione di sostegno. 2. Analisi dell’istituto. 3. La circonvenzione d’incapace. 3.1 struttura della fattispecie. 4. Un caso in conclusione.

1. Cenni introduttivi: l’amministrazione di sostegno

Come è noto, con la legge 9 gennaio 2004 n. 6, è stata introdotto nel codice civile agli articoli 404 e ss., l’istituto dell’amministrazione di sostegno, con l’espresso e dichiarato intento di introdurre una misura, sino ad allora carente, che si preoccupasse di tutelare la capacità di autedeterminazione di tutti quegli individui gravati da patologie cliniche, fisiche e/o psichiche, che avrebbero potuto correre il rischio di essere interdetti ovvero inabilitati, negli anni precedenti la citata riforma.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

CODICE DI PROCEDURA CIVILE E LEGGI COMPLEMENTARI
CODICI

Disponibile in magazzino

LA COMUNITÀ FAMILIARE TRA AUTONOMIA E RIFORME
LEGALE

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Ivano Ragnacci, L´AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO CONTRO IL RISCHIO DI CIRCONVENZIONE D´INCAPACE?, in Riv. Cammino Dirit.,3, 2019

Documento in pdf
Pagine