Contraffazione: può essere provata dalla testimonianza della persona qualificata
PENALE - DELITTI CONTRO LA FEDE PUBBLICA

Divulgativo

Contraffazione: può essere provata dalla testimonianza della persona qualificata

Alessandra Inchingolo 208 -

Secondo quanto stabilito dalla sent. n. 5753/2018 della Cassazione Penale, la contraffazione risulta provata sulla base della prova dichiarativa della persona qualificata, poiché essendo un mero reato di pericolo non trova applicazione il ”falso grossolano”.


1. Cenni sul falso grossolano

Il delitto di contraffazione, rubricato all’art.474 c.p. si configura come reato di mero pericolo, per la cui integrazione non occorrerebbe la realizzazione dell’inganno del singolo consumatore. Dunque, la tutela che il Codice appresta in via principale è la pubblica fede, ossia l’affidamento dei singoli cittadini nei marchi e nei segni distintivi che individuano le opere dell’ingegno e i prodotti industriali e ne garantiscono la circolazione” (in tal senso si v. Cass. Pen., Sez. II, sent. 3.4.2008, n. 16821 e più di recente Cass. Pen., Sez. II, sent. 27.4.2012, n. 28423).

Fatta tale premessa, a beneficio dei lettori è utile approfondire il tema del c.d. “falso grossolano”, che ha destato non pochi problemi in ambito giurisprudenziale. Esso è inevitabilmente connesso alla “palese contraffazione”, ovvero alla percezione di beni dalla manifattura scadente e dalla qualità scarsa. Questo allorquando ci si riferisce prevalentemente a capi di abbigliamento, essendo in via di prassi ben più frequente l’ipotesi di contraffazione di beni recanti marchi e loghi palesemente contraffatti, nonché dalla manifattura decisamente scadente.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

DIRITTO PENALE - PARTE SPECIALE
STUDI SUPERIORI

In arrivo, leggi scheda prodotto

MEMO MANUALE DI PENALE 2018
MEMO-MANUALI, SCHEMI E TAVOLE SINOTTICHE

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Alessandra Inchingolo, CONTRAFFAZIONE: PUÒ ESSERE PROVATA DALLA TESTIMONIANZA DELLA PERSONA QUALIFICATA, in Riv. Cammino Dirit.,3, 2019

Documento in pdf
Pagine