Niente tenuità per il Carabiniere che usa l´auto di servizio per ragioni personali
PENALE - DELITTI CONTRO LA P.A.

Divulgativo

Niente tenuità per il Carabiniere che usa l´auto di servizio per ragioni personali

Olga Paola Greco 322 -

“Integra il delitto di peculato d'uso la condotta dell'appartenente ad una forza di polizia che utilizzi l'auto di servizio per esigenze personali” (Cass. Pen., Sez. VI, n. 2006/19)


Sommario: 1. Premessa; 2. Il peculato d'uso; 3. La causa di non punibilità di cui all’art. 131 bis c.p.;4.Attenuante del danno di particolare tenuità; 5. Conclusioni.

1-Premessa

La Corte di Cassazione con la sentenza in commento prende posizione, seppur in maniera breve, in merito a tre questioni giuridiche. In prima battuta qualifica come peculato d’uso la condotta di indebito utilizzo dell’auto, da parte del pubblico ufficiale o dell’incaricato di pubblico servizio, per fini personali e ne conferma la natura plurioffensiva. In secondo luogo prende, altresì, posizione in merito all’applicazione della causa di non punibilità di cui all’art. 131 bis nelle ipotesi di reato continuato e, per tale via, della circostanza attenuante di cui all’art. 62 co. 1 n. 4 c.p.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

FORMULARIO COMMENTATO DEL PROCESSO PENALE
LEGALE

In arrivo, leggi scheda prodotto

CODICE DI PROCEDURA PENALE E LEGGI COMPLEMENTARI
CODICI

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Olga Paola Greco, NIENTE TENUITÀ PER IL CARABINIERE CHE USA L´AUTO DI SERVIZIO PER RAGIONI PERSONALI, in Riv. Cammino Dirit.,3, 2019

Documento in pdf
Pagine