Recupero degli stipendi versati: è onere del datore di lavoro dimostrare l´assenza di causa nei pagamenti
CIVILE - LAVORO

Divulgativo

Recupero degli stipendi versati: è onere del datore di lavoro dimostrare l´assenza di causa nei pagamenti

Alessandra Inchingolo 183 -

La Corte di Cassazione precisa con sentenza n. 22387/2018 che l'onere di provare una diversa causa debendi spetti al solvens


Con la sentenza in commento la Cassazione ricorda come la prova del pagamento della retribuzione e del TFR grava sempre sul datore di lavoro. 

Le buste paga, anche se sottoscritte con formula “per ricevuta”, costituiscono prova della mera consegna del documento, ma non dell’effettivo pagamento della cui dimostrazione è onerato il datore di lavoro. Non si riscontra, infatti, una presunzione assoluta di corrispondenza tra quanto riportato nella busta paga e la retribuzione concretamente percepita dal lavoratore che può provare l’insussistenza del carattere di quietanza delle sottoscrizioni apposte. C’è quindi bisogno di una firma “per quietanza” che al limite potrebbe essere apposta anche sullo stesso cedolino paga. 

Rimane fermo il principio in base al quale l’accettazione da parte del lavoratore senza riserve della liquidazione in sede di cessazione del rapporto può assumere significato negoziale, unitamente ad altre circostanze precise, concordanti ed obiettive.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

I PRINCIPI DEL DIRITTO - CIVILE - TOMO 1
I PRINCIPI DEL DIRITTO

Disponibile in magazzino

COMPENDIO DI DIRITTO DEL LAVORO
COMPENDI

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Alessandra Inchingolo, RECUPERO DEGLI STIPENDI VERSATI: È ONERE DEL DATORE DI LAVORO DIMOSTRARE L´ASSENZA DI CAUSA NEI PAGAMENTI, in Riv. Cammino Dirit.,2, 2019

Documento in pdf
Pagine