Strasburgo condanna l´Italia nel caso Amanda Knox per violazione dell´art. 3 CEDU
PENALE - PROCEDURA PENALE

Divulgativo

Strasburgo condanna l´Italia nel caso Amanda Knox per violazione dell´art. 3 CEDU

Mariangela Miceli 312 -

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per trattamenti inumani o degradanti, e per difetto di indagini, sulle percosse denunciate durante l'interrogatorio e per violazione del diritto ad un fair trial (art. 6 CEDU) ovvero all'assistenza di un avvocato e diritto all'interprete.


Sommario: Premessa; 1. La sentenza della Corte CEDU; 2. Il diritto ad un interprete normativa e regole processuali; 3. L’esercizio del diritto di difesa; 4. Conclusioni. 

Premessa

Il caso prende  le mosse dal delitto di Perugia avvenuto nel lontano 1 novembre 2007. Sotto indagine e poi imputati saranno Raffaele Sollecito e Amanda Knox. In precedenza i due giovani dichiarati colpevoli dell'omicidio dalla Corte di Assise di Perugia,  vengono rispettivamente condannati in primo grado, a 26 e 25 anni di carcere. 

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

CODICE PENALE OPERATIVO
CODICI OPERATIVI

Disponibile in magazzino

COMPENDIO SUPERIORE DI DIRITTO...ALE - PARTE GENERALE
I COMPENDI SUPERIORI - PROVE SCRITTE

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Mariangela Miceli, STRASBURGO CONDANNA L´ITALIA NEL CASO AMANDA KNOX PER VIOLAZIONE DELL´ART. 3 CEDU , in Riv. Cammino Dirit.,1, 2019

Documento in pdf
Pagine