Le tutele da parte dell´ordinamento penale nelle traduzioni da un luogo ad un altro. Il caso di Cesare Battisti.
PENALE - PROCEDURA PENALE

Divulgativo

Le tutele da parte dell´ordinamento penale nelle traduzioni da un luogo ad un altro. Il caso di Cesare Battisti.

Mariangela Miceli 296 -

Cesare Battisti si è sottratto alla giustizia italiana per quasi quarant'anni. Il team di poliziotti di Criminalpol, Antiterrorismo e Digos di Milano in collaborazione con l’intelligence italiana, lo ha monitorato strettamente e pedinato fino all’arresto da parte della polizia boliviana fino al suo arrivo a Ciampino.


Sommario: Premessa; 1. L’art. 42 bis Legge sull’ordinamento penitenziario; 2. L’articolo 114, co. 6 bis,  del codice di procedura penale; 3. Il diritto alla riservatezza; 4. Conclusioni.

Premessa

Cesare Battisti, ex terrorista italiano dei PAC attivo durante gli anni di piombo, dopo essere stato condannato a 12 anni in primo grado per banda armata, è evaso dal carcere di Frosinone nel 1981, successivamente è stato condannato all’ergastolo - in contumacia -  per partecipazione a quattro omicidi. La sua latitanza è durata per circa quarant’anni. Solo lo scorso 13 Gennaio, si è arrivati al suo arresto grazie alle indagini disposte sul controllo di 15 dispositivi tra cellulari, tablet e pc intestati a vari prestanome o riconducibili alla cerchia che proteggeva Battisti.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

DIRITTO PENALE - PARTE GENERALE
STUDI SUPERIORI

In arrivo, leggi scheda prodotto

MANUALE DI DIRITTO PENALE
MANUALI BREVI D´AUTORE

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Mariangela Miceli, LE TUTELE DA PARTE DELL´ORDINAMENTO PENALE NELLE TRADUZIONI DA UN LUOGO AD UN ALTRO. IL CASO DI CESARE BATTISTI., in Riv. Cammino Dirit.,1, 2019

Documento in pdf
Pagine