Sto caricando la pagina
La forma concessoria del Partenariato Pubblico Privato: aspetti giuridici ed economici

La forma concessoria del Partenariato Pubblico Privato: aspetti giuridici ed economici
PUBBLICO - AMMINISTRATIVO

Scientifico

La forma concessoria del Partenariato Pubblico Privato: aspetti giuridici ed economici

Alessandro Nardò 199 -

La recente crisi finanziaria ha rimesso in discussione il potere di spesa pubblica di ciascuno Stato membro dell'UE ed ha portato all'adozione del Fiscal Compact. La collaborazione tra un ente pubblico e un soggetto privato consente di investire in opere e servizi pubblici con un minor dispendio di risorse finanziarie per il soggetto pubblico.


Sommario: 1. Introduzione; 2. Aspetti giuridici: 2.1 Legislazione italiana; 2.2 Tutela giuridica in Europa; 2.3 Tutela giuridica in Italia;  3; Aspetti economici; 4. Conclusioni.

1. Introduzione

Il ruolo svolto dallo Stato all'interno del sistema economico e lo scontro tra chi sostiene le politiche dell'austerity e del rigore economico e chi predilige al contrario un maggior intervento pubblico sono temi che hanno alimentato profondi dibattiti negli anni passati ma che soprattutto con lo scoppio della recente crisi economica e finanziaria, sono tornati di grande attualità. Uno dei maggiori esponenti dell'intervento pubblico dello Stato in periodi di crisi è stato John Maynard Keynes (1883-1946), padre della macroeconomia moderna, che nel 1936 scrisse e pubblicò la "Teoria Generale dell'Occupazione, dell'Interesse  e della Moneta" in cui pone in evidenzia la necessità di aumentare la partecipazione dello Stato attraverso maggiori investimenti e maggiori risorse finanziarie da destinare ad opere di pubblico interesse  e che siano in grado, da un lato, di aumentare l'occupazione e, dall'altro lato, il potere d'acquisto dei singoli individui 1. Per questo motivo si incominciò a parlare di Stato-imprenditore. Con lo scoppio delle crisi petrolifere degli Anni '70, venne messa in discussione questa forte presenza dello Stato e si decise di ridimensionare il ruolo da esso svolto attraverso un complesso sistema di privatizzazioni ed una maggiore attenzione alla spesa pubblica. I maggiori esponenti di questa politica definita fiscal consolidation2 sono stati nel Regno Unito il governo Thatcher (1979-1990) e negli USA il governo Reagan (1981-1989) che hanno di fatto decretato il passaggio da uno Stato-impreditore ad uno Stato-regolatore. In questa prospettiva di scelta tra austerità economica e maggior potere di spesa pubblica dello Stato, si colloca il Partenariato Pubblico Privato (di seguito PPP) inteso come la collaborazione tra un soggetto pubblico ed un soggetto privato volta a garantire la costruzione, la riqualificazione, la gestione, il finanziamento e la manutenzione di opere e servizi di pubblico interesse3. A seconda delle modalità con cui viene posta in essere tale collaborazione, l'Unità Tecnica Finanza di Progetto (UTFP) del Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DIPE) evidenzia tre tipologie di PPP:

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

MANUALE DI DIRITTO AMMINISTRATIVO
I MANUALI SUPERIORI

Disponibile in magazzino

CODICE AMMINISTRATIVO
I CODICI SUPERIORI - I CODICI PER L´ESAME AVVOCATO

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Alessandro Nardò, LA FORMA CONCESSORIA DEL PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO: ASPETTI GIURIDICI ED ECONOMICI, in Riv. Cammino Dirit.,1, 2019

Documento in pdf
Pagine