Sto caricando la pagina
Caso Provenzano c. Italia. La Corte EDU è cristallina.

Caso Provenzano c. Italia. La Corte EDU è cristallina.
PENALE - PROCEDURA PENALE

Divulgativo

Caso Provenzano c. Italia. La Corte EDU è cristallina.

Angela Cuofano 166 -

Il 25 ottobre la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha condannato l'Italia per aver violato l'art. 3 della Convenzione. Nello specifico, la Nazione è accusata di aver trattato in modo disumano il detenuto Bernardo Provenzano, nel momento in cui ha confermato l'applicazione dell'art. 41 bis ord. pen.


Sommario: 1) Premessa; 2) L'art. 41 bis o.p.: nozione e ratio nel sistema italiano; 2.1) Caratteristiche; 2.2) Ambito di applicazione; 2.3) Misure applicabili; 2.4) Soggetti destinatari; 3) Questioni costituzionali; 4) Il caso di Bernardo Provenzano; 5) La decisione della Corte Edu; 6) Conclusioni. 

1) Premessa

La decisione della Corte Edu del 25 ottobre 2018 ha destato non poco scalpore. I giudici hanno condannato l'Italia per aver violato l'art. 3 della CEDU che riguarda il divieto di tortura e di trattamenti inumani e degradanti. Nello specifico, la Nazione sarebbe rea di aver confermato al detenuto Bernardo Provenzano il regime carcerario di cui all'art. 41 bis o.p., incurante delle sue precarie condizioni di salute.

Continua...


Il testo dell'articolo è disponibile solo agli utenti iscritti.
Iscriviti per leggere gratuitamente gli articoli.

Accedi o iscriviti è GRATIS

Letture consigliate

CODICE PENALE CON COLLEGAMENTI NORMATIVI
CODICI CON COLLEGAMENTI NORMATIVI

Disponibile in magazzino

MANUALE PRATICO DI DIRITTO PENALE CON PARERI
LEGALE

Disponibile in magazzino


Estremi per la citazione:
Angela Cuofano, CASO PROVENZANO C. ITALIA. LA CORTE EDU È CRISTALLINA., in Riv. Cammino Dirit.,11, 2018

Documento in pdf
Pagine