Eleonora Zizzo

Suicidio assistito: il decisum della Consulta

Con sentenza del 25.09.2019 n. 214, la Corte Costituzionale è nuovamente e definitivamente intervenuta sull'annosa vicenda ”Cappato”, stabilendo che chi “agevola l’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile” può non essere punibile a determinate condizioni.

PENALE

14/10/2019

Lavinia Cibardo

Affidamento minori: nessun genitore può essere obbligato a sottoporsi a trattamenti terapeutici

Con ordinanza del 5 luglio 2019 n. 18222, la Corte di Cassazione ha statuito che il giudice non può obbligare i genitori a intraprendere un percorso psicoterapeutico per superare la criticità nel rapporto con i figli, senza il loro consenso.

FAMIGLIA

12/10/2019

Video Pillole di Diritto - a cura della sezione Formazione Giuridica

Diritto d’intelligence: le garanzie funzionali dei membri dei Servizi segreti

Quando si parla di funzione amministrativa di intelligence ci si riferisce alle attività di informazione per la sicurezza nazionale. Sono attività estremamente delicate e l’ordinam...

PUBBLICO > PUBBLICA SICUREZZA

Diritto dell´intelligence: il SISR, Sistema di informazione per la Sicurezza della Repubblica

Recentemente c’è stata l’inaugurazione della nuova sede dell’intelligence italiana a cui hanno partecipato le massime cariche dello Stato. Il cambio di sede è solo l’ultima tappa d...

PUBBLICO > PUBBLICA SICUREZZA

Prostituzione: la Consulta salva la Legge Merlin

Secondo la Corte Costituzionale, anche nell’attuale momento storico la scelta di “vendere sesso” è quasi sempre determinata da fattori – di ordine non solo economico, ma anche affe...

PUBBLICO > COSTITUZIONALE

In evidenza

Nuovo canale YOUTUBE

Contenuto: Promo portale

Sezioni Speciali

Studi di Giustizia Comparata

a cura di

Gaspare Dalia

Cattedra di Procedura Penale Comparata
Università di Salerno


Sei un docente universitario?
Apri una rubrica per il tuo corso scrivendo a redazione@camminodiritto.it

Benvenuti in CAMMINODIRITTO.it!

Una rivista giuridica accessibile al cittadino e al professionista, questo è Cammino Diritto.
Il periodico nasce a fine 2014 dal fortunato incontro di competenze in ambito giuridico e informatico, senza legami istituzionali o editoriali, ma dalla passione di alcuni studenti dell’Università degli Studi di Salerno al termine del loro percorso
accademico.
Lo scopo iniziale è quello di offrire a tutti gli studenti e i ricercatori universitari uno spazio digitale sul quale pubblicare le proprie ricerche e i propri studi giuridici.
È un’occasione di confronto e di arricchimento che man mano si estende fino a coinvolgere l’interesse di docenti universitari e di professionisti del diritto, che


trovano nella rivista sempre più strumenti per fare meglio e con strumenti nuovi il proprio lavoro.
La diffusione delle pagine di Cammino Diritto arriva a coinvolgere anche i cittadini, direttamente interessati dalle vicende normative italiane, spiegate attraverso articoli volutamente semplici, a scopo divulgativo.
Il cuore accademico e giovanile della rivista si è da tempo aperto anche ad esperti con diverse competenze, coinvolgendo numerosi linguisti ed economisti che collaborano con la rivista, i primi concentrati sulla traduzione degli articoli giuridici per renderli fruibili ad un pubblico internazionale, i secondi per offrire un taglio tecnico a quanti dei lettori di Cammino Diritto siano interessanti anche a questioni commerciali.


Diventa Autore
Su Cammino Diritto
Le tue idee pubblicale con noi

Cammino Diritto è un progetto che nasce da alcuni studenti presso la Scuola di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Salerno. Le attività del portale hanno carattere scientifico e di ricerca nelle materie tecniche e filosofiche del diritto, con l'obiettivo precipuo di diffondere la cultura del diritto e generare un confronto tra tutti gli operatori del settore.